giovedì 13 dicembre 2007

Quanto è importante.

Quanto è importante soffrire nella vita?
quanto è importante star male dentro?
o meglio, quanta importanza bisogna dargli?

Io ancora non sono giunto a una risposta.
ancora non l'ho capito.
a volte sembra sia necessario star male per arrivare da qualche parte.
sembra che per capire le cose bisogna veramente soffrirle.
per poterle vivere più intensamente di altre.

Ma perchè?
non si può semplicemente seguire il cuore e l'istinto senza doversi per forza fare del male? con serenità.
e dire "pazienza" con altrettanta semplicità?

Sembra così difficile.
ma forse invece il segreto della vita è tutto lì.
nella sofferenza.
che rafforza lo spirito e aiuta a crescere.

Affanculo.
io voglio crescere senza soffrire.
io ODIO soffrire.
io voglio solo AMARE, nel significato più puro del termine.

Ce la posso fare.

E come diceva il simpatico Tiziano Ferro,
"...salutandovi affogo..."

W.

4 commenti:

Paolo ha detto...

Ti sei accorto che è più vivo il ricordo del dolore che hai provato di quanto lo sia il ricordo delle emozioni felici? Che la negatività entra in un vortice che piano piano contamina ogni aspetto delle tue giornate?

Stare male non è piacevole, ma può farti capire molte cose di te.

Evitarlo? Impossibile, la differenza sta tutta nel modo in cui affronti la cosa.
Io di solito cerco la soluzione più economica, quando mi accorgo (e quando me ne accorgo?) che mi è deleterio restare immerso nella tristezza mi faccio un bell'esame di coscienza, magari scrivo qualche riga per esorcizzare il tutto e poi decido di andare avanti, di immagazzinare l'esperienza e le emozioni provate e continuare per la mia strada.

E ce la puoi fare

Wilkie ha detto...

No...non è tanto il fatto che ricordo più il dolore delle emozioni felici.. anzi, sono troppo ottimista per questo.

è che mi chiedo se nella vita è sempre necessario star male e soffrire per raggiungere un obiettivo. adesso parlo in generale, non solo per quanto riguarda la sfera sentimentale diciamo.

Sono mesi ultimamente che sono immerso nella tristezza, salvo alcuni momenti di paradiso.. è deleterio secondo te?
bhò.

Sta difatto che è così.
e la tristezza e la sofferenza non guardano in faccia nessuno.

Anonimo ha detto...

non puoi capire quanto mi dispiace esserne la causa..
ti voglio bene tfe

non dimenticarti della piantina che mi hai regalo..

Den ha detto...

consapevolezza = tristezza

Quanto fico era quando la preoccupazione maggiore era "come arrivare alla sagra del Pilastro?".

C'è pesantezza tutto attorno...tanta pesantezza.